docum

15 settembre 2006, venerdì -- permalink

Centro Servizi Web Dipafilo Unimidocum perché il sito è il sito di “documentazione” dell’attività del Centro Servizi Web del Dipartimento di Filosofia della Statale, del quale mi occupo.

Referente del Centro Servizi Web e amministratrice e creatrice del sito, che funge da canale di comunicazione scritta dell’attività del Centro, sono io: collaboro come libera professionista con il Dipartimento di Filosofia nell’ambito della consulenza alla comunicazione sul Web.

L’intento del sito è quello di far circolare informazioni all’interno del Dipartimento e tra gli “addetti ai lavori” in merito a:

  • nodi problematici della comunicazione sul web (sezione “Infopoint” nella home)
  • avvisi relativi alla gestione del server (nella Home)
  • attività di comunicazione on-line attive sul nostro server (sezione “Esempi”)

e di raccogliere documentazione relativamente a:

  • dotazione di sistema del server (sezione “Documentazione”, ad accesso riservato)
  • siti presenti sul server con relative caratteristiche tecniche (sezione “Documentazione”, ad accesso riservato)
  • richieste relative alla dotazione del server, all’attivazione di nuovi account e segnalazioni di problemi di vario tipo relativi sempre all’attività di pubblicazione sul server (sezione “Segnalazioni”, ad accesso riservato)

Queste ultime due sezioni, come detto, sono ad accesso riservato: riservato a chi?
Al gestore del server e a chi, docenti e webmaster, ha un sito sul server.
Ho predisposto per ciascuno un accesso a docum, tramite username e password, che consente di:

  • accedere a queste sezioni riservate: nella sezione di documentazione dell’esistente sul server e nella sezione di segnalazioni ciascuno potrà vedere solo le informazioni relative al proprio gruppo di lavoro;
  • pubblicare nuovi contenuti nel sito ed editare i contenuti già presenti.

I diritti di pubblicazione nel sito variano da sezione a sezione:

  • nella sezione Infopoint potrà pubblicare chiunque abbia un login; le informazioni qui pubblicate saranno visibili a tutti;
  • nella sezione Esempi, Documentazione > Siti attivi ciascun membro di un gruppo di lavoro potrà pubblicare ed editare contenuti relativamente ai siti che lo riguardano; le informazioni che attualmente sono pubbliche rimarranno pubbliche, quelle private rimarranno private;
  • nella sezione Segnalazioni potrà pubblicare chiunque abbia un login; le informazioni qui pubblicate saranno visibili solo all’autore dell’inserimento e agli amministratori (del server e di docum).

Modello

15 settembre 2006, venerdì -- permalink

Prototipo di sito per il docenteHo sviluppato il sito in questione dopo aver a lungo chiacchierato con una parte dei docenti del Dipartimento di Filosofia della Statale per individuare quali fossero le esigenze pratiche e comunicative più urgenti da soddisfare, e con loro ho poi fatto i test sul sito sviluppato. Dalle chiacchierate di cui sopra è emersa essenzialmente l’esigenza di:

  • avere una bacheca on-line in cui pubblicare gli avvisi relativi all’attività didattica, al ricevimento, in cui rendere noti i recapiti ai quali essere raggiunti, sia dagli studenti che da giornalisti, che da organizzatori di conferenze ecc., in cui pubblicare un curriculum vitae e le proprie pubblicazioni;
  • avere uno spazio in cui pubblicare propri scritti, ove consentito;
  • avere la possibilità di organizzare on-line i propri appunti di lavoro attorno ad un progetto, in modo da poterli avere a disposizione a prescindere dal computer di lavoro;
  • fare tutto ciò senza dover rincorrere il funzionario del caso che lo faccia al posto suo;
  • poter utilizzare per fare ciò uno strumento che si adatti alle loro capacità ed esigenze anziché il viceversa.

Ho dunque pensato di fornire ai docenti una piattaforma in cui poter pubblicare contenuti in autonomia, una piattaforma che fosse sufficientemente semplice da usare e flessibile.

Per fare questo ho utilizzato il Content Management System ECDS, di Preciso.net.

In modalità “admin” gli utenti possono pubblicare, direttamente dalle pagine del sito, immagini, avvisi a scadenza programmata, testo semplice, file PDF, file Power Point e, soprattutto, documenti di testo in formato .doc o .sxw correttamente formattati che vengono automaticamente tradotti, una volta caricati sul server, in formato HTML.
Questo consente al docente di riutilizzare in modo proficuo per il Web delle risorse che già ha a disposizione, particolare di non poco interesse quando ci sono problemi di carenza di tempo nel fare qualsiasi cosa si faccia…

Le form di editing agevolato del sito consentono al docente di:

  • pubblicare i contenuti delle proprie pagine senza dover maneggiare codice HTML;
  • stabilire un ordinamento degli inserimenti sulla pagina indipendente dall’ordine in cui i materiali sono stati caricati sul server;
  • stabilire la privatezza di ciascun inserimento: i materiali possono essere resi visibili a tutti, a chi si può loggare nel sito, ad un gruppo di utenti registrati, o solo a sé;
  • …e molto altro.

(continua…)