Evviva!

19 settembre 2009, sabato -- permalink

Dopo anni di incertezze, oggi finalmente ho aggiornato il mio wordpress all’ultima versione, e…non si è rotto niente!

Upgrade a WordPress 2.1

31 gennaio 2007, mercoledì -- permalink

…appena fatto, e con una certa ansia perché, nonostante siano usciti svariati aggiornamenti di WordPress dopo la 2.0.4 con la quale avevo fatto partire il sito, avevo sempre rimandato l’aggiornamento. Così ho colto l’occasione di una major release per buttarmi.

Fondamentale è stato l’aiuto di Andrea Beggi, prezioso come suo solito, che ha messo a disposizione uno screencast che spiega passo passo cosa fare come e quando per aggiornare il proprio WordPress.

Insomma, è andato più o meno tutto bene, ma non vi dico il tuffo al cuore quando ho confermato la cancellazione di tutte le directory di WordPress sul server (operazione racomandata nel caso di aggiornamento ad una major release)…

Al momento qualche cruccio ce l’ho:

  1. non mi funziona più il plugin che ha il compito di “illuminare” i link delle categorie di argomenti quando si sta leggendo un articolo di una data categoria, vedo se riesco a rimediare;
  2. non vengono caricate le immagini dei post;
  3. non vengono più visualizzati i link del blogroll;
  4. non funziona più bene la filtratura delle categorie con sottocategorie, ovvero: quando si clicca su una categoria vengono mostrati anche i post presenti nelle sottocategorie.

Ora vedo di capirci qualcosa…

Aggiornamento:

  1. non so come mai, ma in buona sostanza non mi veniva più stampata la classe che avevo usato nel foglio di stile per gestire l’illuminamento di categorie e sottoategorie nel menu laterale; ho rivisto il css per adattarlo alla nuova situazione;
  2. ehm…avevo dimenticato di caricare la cartella uploads (che è il posto in cui vengono salvate le immagini caricate nei post) in /wp-content/;
  3. in WP 2.1 sono state unificate le categorie dei link e le categorie dei post (avranno avuto i loro motivi, ma a me sembrava più ordinato prima), sicché gli id delle categorie di link sono stati tutti rinumerati…eheh…ho dovuto rinumerarli anche io nei file del template;
  4. per ora questo problema non sono riuscita a risolverlo…se qualcuno ha un’idea batta un colpo nei commenti, per piacere.

Ah, battete un colpo nei commenti anche se trovate qualcosa che non funziona come vi aspettereste, grazie, grazie.

Linearemente 2

8 novembre 2006, mercoledì -- permalink

E’ questo che state leggendo, Linearemente 2.

Avevo già travasato in WordPress (per spirito d’apprendimento, ovvero: “mo’ imparo ad usare WP, vediamo che cos’ha in più di Nucleus”) la maggior parte dei contenuti che stavano nella vita precedente del sito e da lì sono partita, con l’idea di usare questo spazio anche per dare un’idea un po’ più nutrita della sottoscritta, oltre che a tener traccia di quello che ella fa.

Di nuovo la domanda: il mondo ne sentiva il bisogno? Evidentemente no, ma tant’è, son qua.

Mi piace anche l’idea di poter aggiornare con cotanta immediatezza, rispetto a prima, i contenuti e in virtù di ciò prendo questo spazio anche come ri-allenamento alla scrittura (uno passa l’adolescenzaa scrivere temi tesine eccetera; arriva nell’Università italiana – quando l’ho fatta io, almeno – e passa il tempo a parlare e parlare, e quando gli tocca argomentare per iscritto la sua tesi quasi non si ricorda più come si fa, a scrivere).

Trovo la veste “amministrativa” di WordPress estremamente intuitiva da usare e potente (”potente ed elegante” avrebbe detto una mia amica), e il fatto che nativamente supporti la possibilità di inserire uno stesso articolo in più categorie mi esalta (mi esalto con poco).

Per ora pochi plugin installati:

  • catHighlight, per tenere “illuminata” la categoria in cui si sta navigando;
  • Dagon Design Form Mailer, affinché si possa spedirmi mail dal sito;
  • Yet Another Random Quote, per portarmi dietro le perle di bellezza raccolte dai libri letti negli anni;
  • ho installato anche My Category Order, salvo scoprire che l’elenco alfabetico delle categorie ha una sua serendipità che lo rende più bello dell’ordine che potrei stabilire con un atto decisionale (per ora, almeno).

Rilevante (!) anche il fatto che abbia cambiato il vestitino alle pagine. E  mi sembra che questa volta il layout tenga bene dappertutto (ma se così non fosse battete un colpo), anche se la larghezza dello spazio dei contenuti non è liquida.

Son soddisfatta anche della versione a stampa del sito, per la quale ho usato del codice JavaScript di cui ho detto altrove.

Linearemente 1.1

1 ottobre 2006, domenica -- permalink

Screenshot delle pagine interne di Linearemente 1.1Si passa su Wordpress. La decisione più importante è stata quella di spostare i contenuti nella prima colonna, fluida., in modo da fornire anche ai browser testuali i contenuti prima della navigazione (e poi perché fino ad allora non avevo mai messo la navigazione sulla destra :-) Tuttavia: quanto CSS in più per tenere insieme la mia scelta senza ricorrere alle tabelle. Dispendioso, assolutamente prolisso.

Senza contare che il layout nuovo non era cross-browser (anche se Internet Explorer 7 lo leggeva bene).

E così si parte con un nuovo tentativo, di cui parlerò più diffusamente.

Linearemente 1.0

1 ottobre 2006, domenica -- permalink

La sua prima veste, nata con due intenti:

  • rispecchiare la mia solarità
  • sperimentare

Screenshot della pagina di ingresso di Linearemente 1La pagina di ingresso era disegnata sulla base di un’idea di Stu Nicholls. (che su Safari per Mac tuttavia sballava).

Le pagine interne erano ben colorate (colori che ho mantenuto anche nella 1.1): avendo disegnato siti abbastanza “austeri” avevo bisogno di sfogarmi!

Screenshot delle pagine interne di Linearemente 1Mi piaceva parecchio, il mio sitarello, con un CSS per la stampa, con un menu abbastanza complesso, ma cross-browser, con una buon sistema di link interni, con quell’image replacemente lì nell’header…solo che, pur avendo utilizzato degli include PHP per costruire le pagine semplificandomi non poco la vita, l’aggiornamento era faticoso.

Ho deciso di passare quindi ad un CMS, e avendo già usato Nucleus ho voluto provare un altro CMS, e ho scelto Wordpress.

Ma se ne sentiva davvero il bisogno?

1 ottobre 2006, domenica -- permalink

Un mio amico mi chiese, nel 2005: “Come ti va, che cosa hai fatto finora?”. Gli scrissi una bella mail in cui elencavo le mie cosine. E lì ho pensato che forse sarebbe stata una buona idea aprirmi il “mio sito” e scriverle lì, le cose che avevo detto a lui, in modo che quando qualcun altro mi avesse posto la stessa domanda avrei avuto già una risposta pronta.

Ed eccolo qua, linearemente.