Ricopiare nomi file cartella su file di testo

3 ottobre 2008, venerdì -- permalink

Ho appena fatto una cosa che ai più sembrerà stupidina, probabilmente, ma io sono in un brodo di giuggiole perché scrivere 4 lettere nel cmd di Windows mi ha risparmiato almeno mezz’ora di lavoro da scimmia.

Ho una directory che contiene un centinaio di files.

Voglio elencare in un file di testo i nomi di questi file.

Basta aprire cmd, posizionarsi nella cartella che contiene i file con cd percorso cartella (il percorso si copia dalla barra dell’indirizzo di Esplora risorse e si incolla nel cmd cliccando con il tasto destro del mouse > incolla) e scrivere:

dir /B /A-D> nome-file.txt

In questo modo nella cartella in questione si crea un file di testo di nome nome-file.txt il cui contenuto è l’elenco dei nomi dei file contenuti nella cartella.

Stupefacente! (Lo so forse l’entusiasmo è eccessivo, ma l’utilità del computer si vede anche da cose così piccole)

Yearbookyourself

11 settembre 2008, giovedì -- permalink

My yearbook photoIn ufficio è scoppiata l’epidemia: tutti su Skype ci siamo messi una nuova immaginetta…la foto della nostra faccia ritoccata su http://www.yearbookyourself.com. A sinistra ci sono io in versione 1992.

Non c’è neache daspiegare come funziona, provate!

Attenzione attenzione: causa dipendenza e riso incontrollato.

Concorso Volagratis vinci l’Europa

20 marzo 2008, giovedì -- permalink

Concorso VolagratisIn palio ci sono 100 voli a/r in Europa: basta indicare l’aeroporto di partenza, l’aeroporto di arrivo, nome, cognome, telefono ed email.

Il concorso chiude il 31 maggio 2008.

Io mi sono iscritta per Londra…prima o poi ci andrò…se riesco ad andarci gratis sono più contenta :-)

Veni Vidi…Wiki

15 febbraio 2008, venerdì -- permalink

VeniVidiWiki.frChe non è un refuso, ma il nome di un progetto francese, una wiki che si appoggia alle mappe di Google e attraverso la quale l’utente può appuntare sulla mappa la posizione di siti d’interesse culturale o paesaggistico, ristoranti, locali, eventi e aggiungere all’appunto un commento, una descrizione, una foto, un video.

Il progetto è interessante e sembra anche fatto bene (anche se al momento mi sembra un po’…”France-centered”), e poi i progetti di costruzione collaborativa della conoscenza mi affascinano (acriticamente) 2 volte su 3.

Stickies

31 gennaio 2008, giovedì -- permalink

Stickies è la versione elettronica dei PostIt: li appiccichi sul desktop invece che sullo schermo, non si stropicciano, non si perdono, non si sbiadiscono, li puoi spostare quante volte vuoi, non hai bisogno di riscriverli se li devi aggiornare, li puoi ridimensionare, li puoi rendere singolarmente sempre visibili sullo schermo, gli puoi assegnare un titolo e avvolgerli per mostrare solo quello.

Stickies è un’applicazione semplice e leggera, una di quelle applicazioni che fanno una cosa sola, ma la fanno bene.

Per ulteriori info e download: http://www.zhornsoftware.co.uk

Neo Diggler

5 novembre 2007, lunedì -- permalink

Ho ritrovato un’estensione piccola, ma utile, per Firefox: Diggler, nella versione aggiornata e compatibile con Firefox 2.0.0.* (la versione precedente era ferma alla compatibilità con Firefox 1.0.*).

Un clic sull’icona di Diggler e cancelli la URL mostrata nella barra dell’indirizzo, liberando il campo.

Dal menu di Diggler puoi invece attivare azioni sulla URL corrente (ad esempio hai l’elenco delle URL “parenti” di quella che stai visualizzando, compresa la corrispondente URL FTP) e cercare la pagina su http://web.archive.org/.

Voki!

17 giugno 2007, domenica -- permalink

Get a Voki now!

Ma non è bellissimo?
Lo puoi fare con Voki, un servizio ancora in alpha e libero per usi non commerciali.

In breve:

  1. Crei il tuo account.
  2. Scegli l’animazione che vuoi “far parlare nel tuo sito”: ci sono parecchi “caratteri” tra cui scegliere, anche animali.
  3. La personalizzi: del personaggio che ho scelto io ho cambiato il colore di occhi, pelle, capelli, labbra, il cappello (gliel’ho tolto), l’abbigliamento.
  4. Carichi il testo che vuoi far pronunciare all’animazione: puoi scrivere il messaggio scegliendo poi la lingua ed una voce che lo legga, puoi registrarlo direttamente con la tua voce, puoi fare l’upload di un file audio.
  5. Modifichi lo sfondo: scegli tra diversi tipi di paesaggi o animazioni.
  6. Salvi la tua animazione nell’archivio delle tue animazioni: a questo punto puoi modificarla (ma anche in tutti i passaggi elencati prima si possono effettuare modifiche in ogni momento) o cancellarla.
  7. L’ultimo passaggio consiste nel far generare il codice per includere l’animazione nel proprio sito e fare un bel copia e incolla.

Io lo trovo semplicemente fantastico! Che help contestuali divertenti ci si possono fare!

Anche se…non ho ancora capito come “far funzionare” i pulsanti nella parte inferiore del player…

Alt Search Engines

13 giugno 2007, mercoledì -- permalink

Google, Google, Google…ma il panorama dei motori di ricerca alternativi è davvero vasto (non pensavo fosse così vasto).

Read/WriteWeb rilanciava per questo martedì la proposta di sperimentare un giorno di ricerche on-line evitando di utilizzare i cinque più influenti motori di ricerca: Google, Yahoo!, MSN, AOL, o Ask, per conoscere e sperimentare strumenti di ricerca non noti, e condividere poi le proprie impressioni su AltSearchEngines.

Ecco, per l’esperimento collettivo sono arrivata tardi, ma l’invito è nondimeno interessante e sensato; ci proverò anche io, a lasciar perdere Google per un po’.

Calcolo delle percentuali

3 giugno 2007, domenica -- permalink

Il Fisco (sempre meglio scriverlo maiuscolo) mi sta facendo compilare un modello per lo studio di settore relativo al mio codice attività (bella domenica).

Il modello, oltre a chiedere informazioni sulla rava e la fava, chiede anche di far di conto sui soldi guadagnati nell’anno per il quale si fa la dichiarazione, in particolare la percentuale sui compensi per ogni incarico.

Poiché il mio cervello non ce la fa quando si tratta di ragionare sui numeri (soprattutto se si tratta di soldi) son stata ben lieta di aver salvato tempo fa tra i preferiti il link ad una serie di tool per il calcolo delle percentuali su http://www.dossier.net.

Chissà mai che possa tornare utile anche a qualcun altro che come me si è dimenticato quello che aveva imparato in matematica alle elementari.

MOO

22 aprile 2007, domenica -- permalink

Che non è l’onomatopea del muggito…

MOO stampa cartoline e piccoli biglietti da visita personalizzati e li recapita direttamente a casa tua. Come funziona? Semplice l’idea, semplice da usare.

Scegli cosa vuoi far stampare a MOO. Io ho optato per i biglietti da visita: sette centimetri per tre, 100 biglietti per € 15, più € 4 per la spedizione.

Scegli le foto che vuoi usare per personalizzare la stampa del fronte: puoi usare foto tue o quelle dei partner di MOO (Flickr, Bebo, Fotolog…).

Puoi selezionare fino a 100 foto, per avere ciascun biglietto personalizzato con un’immagine diversa. Puoi scegliere le foto una ad una, o farne scegliere a MOO 10 o 100 random: se qualche immagine non ti piace semplicemente la trascini nel cestino.

Sarebbe più facile selezionare le foto se ci fosse una categorizzazione delle immagini per argomento: in questo modo si potrebbe sia scegliere da un calderone indistinto (come è ora), sia scegliere solo tra foto di paesaggio, o astratte, o di animali (sull’esempio di deviantart.com).  Sarebbe bello anche che le foto scelte e poi scartate non tornassero a finire nel calderone di cui sopra.

Dopo aver trovato le immagini che ti piacciono devi ritagliare l’area della foto che vuoi venga stampata sul fronte del bigliettino. Puoi anche ruotare l’immagine, ingrandirla e vedere una preview della stampa.

Se qualcuna delle foto che hai scelto non ti piace più scartala e sostituiscila con altre: le immagini che hai gia’ ritagliato rimarranno in memoria così come le hai modificate (ottimo!).

Ora è il momento di decidere cosa far stampare sul retro: hai a disposizione sei righe di testo e alcune opzioni di formattazione dei caratteri.

E poi…paghi. 20 euro simpatici simpatici. Non so bene cosa me ne farò dei bigliettini, ma mi son divertita. Quando arriveranno vi farò sapere come sono “dal vivo”.