Capodanno

31 dicembre 2007, lunedì -- permalink

Se la notte di passaggio all’anno nuovo potessi gestirmela come dico io la passerei a letto, con un po’ di musica nelle orecchie.

4 Commenti a “Capodanno”

  1. fabiob scrive:

    a letto può anche andare… nn da solo… e nn un letto cumune… un lettone in una baita… vino… musica in sottofondo… fuoco enorme… caldo dentro e fuori freddo… mmm

    Cmq se proprio vuoi ti presto l’iPod.

    Auguri!

  2. raffaella scrive:

    il tuo immaginario ha prodotto una situazione vera-veramente interessante!

    in effetti il mio “me lo passo a letto” era un’espressione della mia scarsa tolleranza alle manifestazioni di gruppo tipiche di queste feste.

    però devo dire che se “molti” è troppo e da soli è triste…in due mi sembra ottimo.
    al vino e al camino aggiungo il caffè corretto, e con la panna

  3. fabiob scrive:

    ah però… situazione interessante? fortunato chi c’era

  4. Viviana scrive:

    Ma come ti capisco!!! Piuttosto che un Capodanno in piazza, decisamente meglio a letto e, se possibile, con qualcuno accanto…
    Erano alcuni SECOLI che non accedevo più a linearmente e l’ho trovato… bello e molto cresciuto, come un nipotino che la vecchia (sigh!) zia aveva perso di vista.
    Quindi complimenti davvero!

Scrivi un commento