Second Life in Real Life

8 luglio 2007, domenica -- permalink

C’è un video su You Tube che mi ha regalato un buon quarto d’ora di risate autoironiche: penso che chiunque abbia fatto il suo primo ridicolo ingresso in Second Life ci si possa ritrovare.

Ma non è solo la mia capacità di movimento ad essere limitata lì dentro (per quanto si possa volare, ma…capirai che soddisfazione), è soprattutto il mio divertimento.

Second Life mi sembra un’”entità” interessante dal punto di vista, come dire, sociologico, psicologico, politico: al modo in cui può essere interessante guardare il Grande Fratello, insomma. Lo slogan del progetto è “Your world, your imagination“: è interessante vedere su che presupposti qualcuno si sia messo lì a costruire un nuovo mondo e quali cose abbia considerato più importanti e liberatorie, è interessante osservare se e come questo mondo si autoregolamenti, cosa facciano gli avatar e come interagiscano, eccetera eccetera.

Come sia possibile divertirsi lì dentro e quasi “viverci” faccio invece proprio fatica a capirlo (escludendo il caso dell’appassionato di videogiochi o dello spostato che non riesce a relazionarsi in questo mondo).

4 Commenti a “Second Life in Real Life”

  1. Alessandro scrive:

    Per quello che ho visto e letto su SL mi pare che, almeno per ora, sia stiano riproducendo logiche abbastanza simili alla vita reale. Sostanzialmente c’è un’economia capitalistica e non sembrano proprio nascere forme sociali nuove.
    Se dovessi farmi prendere dal fervore nichilista direi che si riproduce il solito:
    lavora, consuma, crepa… senza il “crepa”. Che incubo ;-)

  2. raffaella scrive:

    La mia vita in SL è stata davvero un battito d’ali, un’esperienza breve e malriuscita…non ho ancora capito se breve perché malriuscita o malriuscita perché breve…

    In questo battito d’ali ho fatto in tempo ad essere “abbordata”, in una Milano in costruzione, da un messicano che mi diceva quanto fossi bella (!), mi chiedeva delle foto e il mio indirizzo email, da altri tre avatar che volevano li coccolassi e da uno che mi faceva la pubblicità di un banca…

  3. raffaella scrive:

    “In difesa di Second Life”: il parere di Franco Carlini su VisionPost:
    http://www.visionpost.it/index.asp?C=1&I=2340

  4. Viviana scrive:

    …Il mio interesse per SL è scemato completamente quando ho letto – per di più su una rivista scientifica – un articolo in merito. Nel quale si spiegava anche come acquistare giochi erotici per avatar…
    Nulla in contrario, per carità, ma appartengo ancora alla generazione di chi apprezza maggiormente il reale che non il virtuale… e non solo in fatto di erotismo!

Scrivi un commento