Primavera a otto zampe

22 aprile 2007, domenica -- permalink

Io amo senza mezzi termini la primavera e il profumo di rinascita che porta seco.

Solo che a casa mia, che sta vicino al bosco, la primavera porta seco anche dei ragnacci terrificanti.

Di questi esseri dalle svariate fogge e dimensioni (in particolare le dimensioni sono inquietanti) la sottoscritta ha una certa paura (che più che al timore si avvicina al terrore), e succede, probabilmente per una qualche legge di Murphy, che me li ritrovi dovunque, sulla scala esterna, interna, sul tappeto, nel lavandino…financo nel letto, argh!

E, soprattutto, le loro ragnatele incrociano inesorabilmente il tragitto del mio rientro in notturna, accidenti.

Se potessi avere uno scudo spaziale invisibile protettivo…non avrei bisogno di salire le scale tenendo la borsetta ad altezza naso per evitare di prendermi in faccia le creazioni della primavera a otto zampe…

Scrivi un commento