Disparità

16 aprile 2007, lunedì -- permalink

Parlavo ieri sera con una mia conoscente, età 36 anni o giù di lì, felice come non l’avevo mai vista perché avrebbe cambiato a breve lavoro (un lavoro amministrativo) e l’avrebbero pagata euro 1000 netti al mese. Felice perché, per il suo precedente lavoro (cinque anni da fac-totum) percepiva uno stipendio netto di 900 euro, soldino più soldino meno.

Il che è umiliante.

Soprattutto quando ti trovi a fare il confronto con grosse aziende che ti sparano, per un loro consulente che viene a lavorare presso la tua sede, euro 400 al giorno + IVA + spese di trasferta.

Il che è fuori di testa.

1 Commento a “Disparità”

  1. e. scrive:

    due settimane fa incontro un ex compagno di liceo, laureato in ingengeria meccanica che mi raccontava percepire mooooolto meno di un operaio specializzato alle sue dipendenze (1200/1300 euri contro 2000/2500 e oltre).
    insieme a lui rivedo un altro ex compagno di liceo laureato in medicina e attualmente chirurgo/aiuto-chirurgo in un ospedale delle mie parti: stipendio da 800 euri al mese (già, gli zeri dopo l’otto sono solo due…) a fronte di prestazioni di servizio che arrivano anche a cinque giorni e tre notti per settimana.
    sono rimasto di sasso.
    o peggio.

Scrivi un commento