Deboli a Milano

6 marzo 2007, martedì -- permalink

Stamattina in Cadorna, nella stazione della metropolitana, mentre mi sforzavo di attraversare perpendicolarmente un flusso continuo di persone che marciavano a passo spedito, tentando di intercettare gli spazi vuoti tra un corpo e l’altro in cui infilarmi per scendere a prendere il treno…stamattina in Cadorna ho pensato che non deve essere facile essere “deboli” (essere anziani, essere bimbi, essere disabili…) a Milano.

Scrivi un commento