I figli degli uomini

3 dicembre 2006, domenica -- permalink

In un mondo dell’immediato futuro dove non nascono bambini da 18 anni, e precisamente in un’Inghilterra violenta e xenofoba, una giovane prostituta di colore riesce a portare all’ottavo mese la sua gravidanza e poi a partorire sua figlia grazie all’aiuto di un uomo (che per questa causa muore, come tutti quelli che hanno aiutato la ragazza) e di un’organizzazione umanitaria che non vediamo, ma che sappiamo si prenderà cura della neonata e della mamma.

Per immaginarvi il grigio mondo senza speranza (dove il governo distribuisce ai cittadini dei kit per un suicidio sereno) di cui sopra fate così: prendete quello in cui viviamo adesso e portatene all’estremo tutte le piaghe: inquinamento, violenza, intolleranza, denatalità, povertà…il fallimento dell’integrazione tra le culture e le religioni…la paura…

Tuttavia questo estremo è così estremo da farne uscire fuori un film manieristico, eccessivo, retorico e a tratti (vedi la rocambolesca fuga dalla fattoria) addirittura ridicolo.

E quando arrivi ai titoli di coda partono grida e risa di bambini, e una musica tutta allegra. L’ho trovato non molto coerente. Mah.

On-line image resizer

2 dicembre 2006, sabato -- permalink

Può capitare no? Serve ridimensionare un’immagine, ma sottomano non c’è un programma di gestione delle immagini, oppure bisogna farlo fare a qualcuno che proprio proprio non è capace.

Ci sono due servizi on-line che fanno proprio questo e che per lo più funzionano allo stesso modo: si carica sul loro server l’immagine che vogliamo ingrandire o rimpicciolire, si specificano le dimensioni desiderate dell’immagine finale e si lancia il ridimensionamento.

Uno è ResizR:

  • al momento gestisce solo file .jpg;
  • si può stabilire una larghezza arbitraria per l’immagine finale (max 1024 pixel; si indica solo la larghezza perché il rapporto larghezza-altezza viene mantenuto), il che torna utile se sappiamo già le dimensioni in pixel che deve avere l’immagine finale;
  • si può anche ruotare l’immagine;
  • si possono ridimensionare sia immagini che abbiamo in locale sia immagini che risiedono online;
  • 60 minuti dopo che abbiamo caricato la nostra immagine loro la cancellano dal server.

Un altro è Quick Thumbnail:

  • gestisce gif, jpg, jpeg e png;
  • consente un ridimensionamento arbitrario dell’immagine in percentuale
  • dà la possibilità di scelta tra dimensioni “fisse” o “standard” (max 1600X1200; suppongo che questo possa rendere più facile capire che opzione scegliere, soprattutto per chi non ha competenze specifiche);
  • dai loro server l’immagine viene cancellata 10 minuti dopo che l’abbiamo caricata.