Censura preventiva

11 dicembre 2006, lunedì -- permalink

Leggo su Grazia un’intervista ad un’attrice italiana sul tema: “Come ho salvato mia figlia dall’anoressia”.

Interessante sentire la testimonianza di una mamma in merito…è un problema nel quale prima o poi quasi tutte le adolescenti scivolano, chi più, chi meno.
Ve la faccio breve: la bimba si sta prosciugando e la mamma scopre che la sera passa le ore sui forum pro-anoressia. Come avrà fatto la mamma a salvare la bimba? Ha fatto sparire qualsiasi computer ci fosse in casa.

Come se la colpa fosse del mezzo e non dell’uso che se ne fa: su siti del genere raramente “ci capiti”, ci vai.

Ciclicamente partono questi allarmi sulla Rete che trascina gli uomini nel gorgo degli incontri occasionali, butta i bambini in bocca al lupo pedofilo, spinge le ragazzine incontro alla morte, fomenta il terrorismo… E per difendersi una mamma butta via il computer. Solo che tutto quello che trovi nella Rete c’è perché ci siamo noi e il mondo che abbiamo fatto, e il mondo non lo puoi buttare via, devi imparare a viverci.

Per questo bisogna educare invece che censurare.

2 Commenti a “Censura preventiva”

  1. Odoacre scrive:

    però concorderai che così facendo questa mamma ha raggiunto il suo obiettivo, per cui… quando ce vò ce vò! Evviva il cestino della spazzatura! :)

  2. raffaella scrive:

    insomma “il fine giustifica i mezzi”?

Scrivi un commento