GTD

14 novembre 2006, martedì -- permalink

Mi sto allenando a domare la mandria selvaggia delle “cose che vanno fatte”.

Il primo passo che sembra raggiunto è: se una cosa che devo fare può essere fatta in meno di due minuti (tipicamente scrivere una mail il cui contenuto mi pesa far arrivare a destinazione dell’interessato) la faccio senza procrastinare.

Poiché fino a ieri la cosa in questione finiva di “todo” in “todo”, diventando sempre più pesante mi sembra un buon risultato, per quanto piccolo.

L’intenzione è di applicarmi nel “Getting Things Done” (GTD), con un personal trainer tutto italiano (anche se ciò che si va a leggere ha il sapore tutto americano della “via per il successo”).

Scrivi un commento